Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito   Enzo Bianchi Luciano Manicardi Le altre fraternità del Monastero di Bose don Claudio Doglio Rosanna Virgili Lidia Maggi Brunetto Salvarani

lunedì 13 luglio 2015

Daniel Attinger Una lettura della Genesi




Acquista il cd con il corso completo sul sito del Monastero di Bose
1 CD 9h formato mp3, disponibile anche come file scaricabile.

Corso biblico tenuto a Bose, 6-11 luglio 2015


C’è una storia, la nostra storia, fatta anche di prove e di tentazioni, in cui Dio si coinvolge. Anche se la sua presenza per noi rimane spesso invisibile, questa storia che ha pensato e ha voluto Dio la conduce a buon fine.

1. Introduzione. La struttura del libro
2. Il racconto della creazione. Gen 1,1-2,4a
3. La creazione dell’umanità. Compito dell’uomo: servire e custodire. Gen 2,2b-25
4. L’umanità, partner di un Dio che ama: la creazione nella prospettiva biblica
5. Il peccato. Gen 3
6. Cenni su Gen 4-11. L’alleanza con l’umanità in Noè: Gen 8.
7. Il ciclo di Abramo. La chiamata: promessa e benedizione. Gen 12-24
8. Il ciclo di Giacobbe. Il sogno e la lotta. Gen 25-36
9. Il ciclo di Giuseppe: chiavi di lettura. Gen 37-50

Le settimane bibliche e di spiritualità del Monastero di Bose sono proposte dalla comunità agli ospiti e amici fino alla fine di agosto. Il secondo corso, dal 6 luglio fino a sabato 11, è stato tenuto da Daniel Attinger, sul libro di Genesi: Un Dio che si implica nella nostra storia: una lettura della Genesi.

In un certo senso, si deve dire che la Genesi non è l’inizio della Bibbia. L’inizio si trova negli eventi dell’esodo, quando Israele fece la conoscenza di Colui che divenne il suo Dio, il SIGNORE. La Genesi è un tentativo di raccontare Dio, in ciò che faceva prima di farsi conoscere a Israele. Ricuperando storie ancestrali di patriarchi, storie di clan e di tribù, che si raccontavano sotto le tende, e rileggendo i miti delle civilizzazioni circostanti, Israele ha mostrato nella narrazione delle generazioni che compongono la Genesi, che il suo Dio, Dio di amore e di liberazione, si è manifestato tale fin dalle origini della storia umana e nelle varie vicende – anche tumultuose – della storia degli uomini. Nel contempo forgiava l’unità dello stesso popolo d’Israele.

Daniel Attinger

Articoli correlati1. Giancarlo Bruni Beati i pacifici2. Rosanna Virgili Il vangelo secondo Luca3. Luciano Manicardi Giovanni Cucci "I vizi capitali"4. Enzo Bianchi Goffredo Boselli Preghiere eucaristiche