Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito   Enzo Bianchi Luciano Manicardi Le altre fraternità del Monastero di Bose don Claudio Doglio Rosanna Virgili Lidia Maggi Brunetto Salvarani

mercoledì 16 agosto 2017

Gesù servo del Signore e il servizio diaconale


Gesù servo del Signore e il servizio diaconale. 
Intervento al XXVI Convegno Nazionale Comunità del diaconato in Italia 



Introduzione

Inizio con un saluto a tutti voi, e un ringraziamento agli organizzatori di questo convegno. Da tempo avrei voluto partecipare all’evento annuale per il diaconato permanente, e ora me ne è stata addirittura data l’occasione nella forma di questo contributo che spero possa essere di aiuto. L’occuparmi ormai da quasi un decennio della formazione dei diaconi della mia diocesi mi ha permesso di incontrare una realtà viva, e tanti candidati al diaconato, e ora diaconi, con le loro spose, dai quali ho potuto imparare molto.

Ma espongo subito lo schema che intendo seguire, in quattro punti. Innanzitutto, un chiarimento sul tema che stiamo trattando, quello della malattia, e la delimitazione di questa relazione. Poi vedremo il modo in cui Gesù si pone di fronte alle malattie, e faremo un affondo sul modo unico e speciale di prendere parte ad esse nella forma del “Servo del Signore”. Infine cercheremo di fornire alcuni suggerimenti e applicazioni per il ministero diaconale.

Inutile dire che la bibliografia su questo argomento è vasta, e quindi la nostra selezione è una scelta opinabile. Rimando, per approfondimenti, ad alcuni studi specifici recenti su Gesù medico e guaritore, e, per una introduzione generale in lingua italiana, al bel libro di don Carlo Rocchetta su Gesù medico, come anche a un intero numero della rivista Communio dedicato alla malattia.

Testo integrale sul sito LaParteBuona