Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito   Enzo Bianchi Luciano Manicardi Le altre fraternità del Monastero di Bose don Claudio Doglio Rosanna Virgili Lidia Maggi Brunetto Salvarani

sabato 25 febbraio 2017

B. Salvarani - Ernesto Balducci e l'uomo planetario




Dialoghi - con Brunetto Salvarani "Ernesto Balducci e l'uomo planetario"

Tra le figure che hanno maggiormente segnato il percorso postconciliare del cattolicesimo italiano spicca, senza dubbio, quella di Ernesto Balducci (1922-1992): religioso, scrittore, intellettuale instancabile nella Firenze del suo tempo. Dagli anni Ottanta, in particolare, la sua riflessione si allargò a prospettive molto vaste: dai diritti umani al rispetto dell’ambiente, dalla pace alla solidarietà internazionale, cui diede una traduzione fedele nelle pagine de L’uomo planetario (1985). A un quarto di secolo dalla sua scomparsa, quali sono gli aspetti del pensiero di Balducci ancora attuali? Come può essere declinata l’istanza planetaria, nel tempo di una globalizzazione sempre più messa in discussione dalla richiesta generale di muri, nazionalismi e chiusure identitarie? E qual è oggi il ruolo delle religioni? Ne discuteremo con Andrea Grillo, docente di "Teologia dei sacramenti e Filosofia della religione". Mariangela Maraviglia, storica della chiesa, autrice di diverse monografie su uomini rilevanti del Novecento cattolico fra cui Primo Mazzolari e David Turoldo, e con Marco Valli – Osel Dorje, insegnante e psicoterapeuta, lama tibetano del lignaggio nyingmapa.

Segnalazione
www.fondazionebalducci.it

Ascolto musicale
Mercedes Sosa, Yo vengo a ofrecer mi corazón, di Fito Páez (1985)