Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito   Enzo Bianchi Luciano Manicardi Le altre fraternità del Monastero di Bose don Claudio Doglio Rosanna Virgili Lidia Maggi Brunetto Salvarani

sabato 3 settembre 2016

Cultura e Identità - la sfida delle differenze


PrimaverAC XI edizione

La rassegna culturale PrimaverAC 2016 sul tema “CULTURA E IDENTITÁ: la sfida delle differenze” è una proposta che si svolge nel 2016 per la undicesima edizione consecutiva. È promossa dall’associazione in collaborazione con la diocesi di Jesi ed ha il patrocinio del comune di Jesi. 



MERCOLEDI 6 APRILE ore 18:30

COMUNITA': Tra archeologia e utopia. Relatore il sociologo Massimiliano Colombi, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dipartimento di sociologia, Colombi è nel comitato tecnico scientifico della Summer School “Mobilità Umana e Giustizia Globale". Dopo la maturità al liceo-ginnasio di Fermo, si è laureato in scienze politiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con la Fondazione Giulio Pastore di Roma per la ricerca sociale sui temi del lavoro, del sindacato e delle organizzazioni. È già stato in Diocesi per altre conferenze. Ha curato la ricerca promossa dalle Acli sullo stato di salute delle relazioni familiari nelle Marche.

GIOVEDI 7 APRILE ore 21:15

NOMADI NELL'AMORE DI DIO: Il cammino come identitàGianni Giacomelli, priore dell’antico monastero di Fonte Avellana, proporrà un percorso sul valore della convivenza tra chi professa diverse fedi religiose a partire dal tema «Nomadi dell’amore di Dio: il cammino come identità». Gianni Giacomelli, nato nella Provincia di Belluno, è priore del Monastero Camaldolese della Santa Croce di Fonte Avellana, situato alle pendici boscose del monte Catria, nel Comune di Serra Sant’Abbondio. Laureato in giurisprudenza, è stato ordinato sacerdote nel dicembre 2008 dal Vescovo Trasarti nella Cattedrale di Fano, nel 2011 è stato nominato nuovo Priore di Fonte Avellana, in forma congiunta dai monasteri di Fonte Avellana e di Monte Giove. È invitato per conferenze in varie parte d’Italia.

SABATO 9 APRILE ore 18:00

A IMMAGINE DI QUALE DIO? Differenza sessuale e identità di genereSelene Zorzi, docente all’Istituto Teologico Marchigiano, condurrà l'incontro, che vuole fornire il contributo dell’antropologia cristiana al dibattito sulla questione di genere. Docente di Antropologia Teologica e Teologia spirituale, Selene Zorzi, dopo la Laurea in Filosofia, la specializzazione in Teologia e Scienze Patristiche e il Dottorato in Teologia, ha ottenuto il diploma da Coach presso la U2Coach Academy ed è iscritta alla International Coach Federation Global (ICF). Dopo essersi dedicata con dedizione "monastica" alla pallavolo, ottenendo brillanti risultati a livello nazionale con l'Ostia Volley Club, ha rivolto il suo "atletismo" alla vita spirituale, entrando in un monastero benedettino. È docente stabile di Teologia Spirituale e Patrologia dal 2010 ad Ancona presso l'Istituto Teologico e insegna Filosofia, Antropologia e Patrologia presso l'Istituto di Scienze Religiose, presso il quale è Vicedirettrice dal 2008. È docente invitato presso l'Istituto Teologico di Molfetta e svolge attività di conferenze e formazione.

LUNEDI 11 APRILE ore 18:30

NUOVE PROSPETTIVE DEL VIVERE INSIEME; dall'incontro con il nemico alla ricostruzione della fiducia. In questo appuntamento ascolteremo la testimonianza dello psicologo e scrittore Franco Vaccari (presidente dell’Associazione Rondine candidata al Nobel per la pace 2015) sull’esperienza che unisce giovani provenienti da diverse culture e da Paesi generalmente identificati dalla Storia come nemici e che arrivano nel borgo medievale di Rondine, in Toscana, per studiare e vivere insieme, con la speranza di diventare leader pacifici di domani. L’incontro vuole offrire uno sguardo positivo sulla multiculturalità e sulla possibilità di vivere insieme in pace. 

GIOVEDI 14 APRILE ore 19:00

LA MADIA E L'ALTARE: percorsi materiali e spirituali di pane e mensa, tra storia, miti e riti. Tommaso Lucchetti ci condurrà in un viaggio tra «La madia e l'altare: percorsi materiali e spirituali di pane e mensa, tra storia, miti e riti». L’esperienza del cibo è senza dubbio un'esperienza identitaria: profumi, colori e sapori di quello che mangiamo sono sufficienti a identificare la provenienza di chi li prepara; il cibo è sintesi perfetta di natura e cultura. 

VENERDI 15 APRILE ore 18:30

DAI FATTI MIEI AI FATTI NOSTRI: per un diverso senso della leadership. Il sesto e ultimo incontro sarà con il docente della Luiss Guido Carli di Roma e presidente della fondazione Lavoroperlapersona di Offida,Gabriele Gabrielli. La conversazione, proporrà una rilettura del ruolo del leader in ambito politico e lavorativo a partire dai valori del rispetto della persona nella sua integralità e unicità; della dignità del lavoro, espressione dell’uomo; della diversità come dono e fondamento di una società aperta, interculturale e accogliente; della imprenditorialità come espressione multiforme della creatività dell’uomo.

La rassegna, realizzata in collaborazione con il settimanale Voce della Vallesina, è alla 11° edizione ed è aperta a tutta la cittadinanza.