Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito Enzo Bianchi Rosanna Virgili don Claudio Doglio Lidia Maggi Luciano Manicardi Edizioni Qiqajon, Casa editrice del Monastero di Bose Le altre fraternità del Monastero di Bose

lunedì 2 maggio 2016

Milani Tomassone Vite normali di donne eccezionali



VITE NORMALI DI DONNE ECCEZIONALI

Due incontri a Torino per ricordare
Simone Weil ed Elizabeth Cady Stanton

Per conoscere l’ispirazione religiosa di due donne che hanno segnato le vicende del Novecento, il Movimento ecclesiale di impegno culturale, insieme al Centro evangelico di cultura Arturo Pascal, ha organizzato a Torino martedì 5 e 19 aprile 2016, dalle 18.30 alle 22, due serate dal titolo “Impegnate nella storia” sul pensiero e sull’azione di Simone Weil e di Elizabeth Cady Stanton.

Martedì 5 aprile, Claudia Milani, studiosa della filosofia ebraica contemporanea, ha presentato la vicenda di Simone Weil (1909-1943) per ricostruire la forte tensione spirituale che collocò costantemente la giovane militante di sinistra “dalla parte degli oppressi”, nello studio all’École Normale di Parigi come nel lavoro in fabbrica alla Renault, nella guerra di Spagna come nei quartieri di Harlem e nel continuo impegno contro tutti i totalitarismi.
Martedì 19 aprile, nella stessa sala, la pastora Erika Tomassone ha disegnato il profilo dell’attivista statunitense Elizabeth Cady Stanton (1815-1902): impegnata nelle battaglie per l’abolizione della schiavitù e per l’affermazione dei diritti delle donne, Stanton promosse nel 1848 l’approvazione della Dichiarazione dei sentimenti, il documento alla base del primo movimento suffragista degli Stati Uniti.
Gli incontri si sono tenuti a Torino, nella sala della Casa Valdese, in corso Vittorio Emanuele 23.