Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito   Enzo Bianchi Luciano Manicardi Le altre fraternità del Monastero di Bose don Claudio Doglio Rosanna Virgili Lidia Maggi Brunetto Salvarani

mercoledì 16 marzo 2016

Gianfranco Ravasi Il profeta Amos







Gianfranco Ravasi presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura
2016, Confronti, 2 CD 2h, formato mp3, disponibile anche come file scaricabile.

Meditazioni tenute dal card. Gianfranco Ravasi a Bose il 13 marzo 2016. 

Il profeta Amos

Il profeta è per eccellenza “uomo del presente”, coinvolto nell’intreccio di fermenti, di attese e di denunce del suo tempo. Basta sfogliare il libretto di Amos, chiamato a svolgere la missione profetica nella prospera capitale del regno settentrionale di Israele, Samaria nell’VIII secolo a.C.: «Hanno venduto il giusto per denaro e il povero per un paio di sandali – egli grida – e bevono il vino confiscato come ammenda nel tempio del loro Dio… Voi siete oppressori del giusto e incettatori di ricompense… Piuttosto scorra come acqua il diritto e la giustizia come un torrente perenne».
Le sue parole, spesso intrise di sdegno, contengono un’accusa contro le violenze e le ingiustizie perpetrate dai potenti, e pongono al centro l’annuncio di un culto non ipocrita ed esteriore, ma radicato nella vita. Egli offre un messaggio che supera i confini temporali limitati in cui è inserito e si protende verso il futuro della vicenda umana, della sua pienezza e liberazione.