Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito   Enzo Bianchi Luciano Manicardi Le altre fraternità del Monastero di Bose don Claudio Doglio Rosanna Virgili Lidia Maggi Brunetto Salvarani

domenica 29 novembre 2015

Brunetto Salvarani Enzo Bianchi Gabriella Caramore 28-29 novembre 2015 Uomini e Profeti



Uomini e Profeti 
Puntata del 29 novembre 2015 - Questioni. 
“Giubileo: misericordia per la terra?”
Gabriella Caramore dialoga
con Enzo Bianchi


Questo giubileo “straordinario” per il 2015-2016, dedicato al “volto della misericordia”, si aprirà ufficialmente a Roma l’8 dicembre. Ma, in maniera molto significativa, il papa vuole “aprire” la prima porta a Bangui, durante il suo viaggio in Africa, il pomeriggio di domenica 29 novembre. Tanto più rilevante questo gesto, in quanto cade in un momento di pericolo e di tensione acuta per il mondo intero, e in una fase storica in cui il continente africano vive terribili lacerazioni e rischi altissimi. Uomini e Profeti dedica, a partire da oggi, varie puntate all’evento di questo giubileo. Oggi cominciamo con una conversazione con Enzo Bianchi, valutando lo scenario nel quale si schiude il giubileo della “misericordia”, e rintracciando nel Libro del Levitico (cap. 25) l’origine e il significato primigenio dell’istituzione giubilare.

Uomini e Profeti 
Puntata del 28 novembre 2015 - Storie. 
"Dipavali. Luci sull'Induismo"
Brunetto Salvarani dialoga
con Franco Di Maria Jayendranatha, Stefano Piano, Svamini Shuddhananda Giri.

“L’Oriente è Oriente, e l’Occidente è Occidente – disse una volta lo scrittore inglese Rudyard Kipling – né mai s’incontreranno”. Una profezia della quale, oggi, è almeno lecito dubitare, e non solo per gli effetti della globalizzazione economico-finanziaria sempre più in atto. E’ sotto gli occhi di tutti, infatti, che anche nel vecchio continente religiosità, tradizioni e culture di origine orientale hanno da tempo trovato uno spazio rilevante e crescente, anche sul piano dell’immaginario. Cogliendo l’occasione della recente ricorrenza di Dipavali, la festa delle luci, la più importante nella tradizione induista, vogliamo interrogarci sull’attuale situazione dell’induismo (terza religione al mondo per numero di fedeli) in Europa e in Italia. Chi sono gli induisti italiani, qual è la loro visione di Dio, quali sono le loro liturgie, come si comportano nella vita quotidiana? Che rapporto hanno con le altre religioni, e con la grande tradizione indiana? Ci aiuteranno nel nostro percorso Franco Di Maria Jayendranatha, presidente dell’Unione Induista Italiana, Stefano Piano, docente di Indologia all’Università di Torino, e Svamini Shuddhananda Giri, giovane monaca del Matha Gitananda Ashram di Altare (SV).