Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito   Enzo Bianchi Luciano Manicardi don Claudio Doglio Rosanna Virgili Lidia Maggi Brunetto Salvarani Elenco di tutti i posts

sabato 7 novembre 2015

Brunetto Salvarani "Buonaiuti, un eretico fedele"


Uomini e Profeti 
Puntata del 7 novembre 2015 - Storie. 
"Buonaiuti, un eretico fedele"
Brunetto Salvarani dialoga
con Barbara Faes, Maurilio Guasco.



Ernesto Buonaiuti, prete romano (1881-1946), è considerato l’icona del modernismo italiano, movimento che ha posto in primo piano la necessità da parte del cattolicesimo di un confronto più aperto e libero con la cultura moderna. Messo ripetutamente all’Indice e scomunicato, egli fu tra l’altro uno dei dodici docenti che nel 1931 si rifiutarono di prestare il giuramento di fedeltà al regime fascista, venendo privato della sua cattedra universitaria. Personalità coraggiosa quanto controversa, un Appello per una migliore conoscenza e per la riabilitazione e un convegno presso la Facoltà Valdese di Teologia lo ripropongono all’attenzione di un’opinione pubblica per la quale, probabilmente, il suo nome non dice molto. Vale la pena dunque di domandarsi che ruolo ebbe nella discussione sull’uso delle scienze storiche nell’analisi della Bibbia, del cristianesimo primitivo e della vicenda della Chiesa; e cosa hanno ancora da dirci la sua esistenza tormentata e il suo pensiero, a settant’anni dalla morte. Ci guideranno in un percorso attorno a lui e al suo tempo Barbara Faes, dirigente di ricerca del CNR, e Maurilio Guasco, storico della Chiesa e docente di Storia del pensiero politico contemporaneo presso l’Università del Piemonte Orientale.