Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito Enzo Bianchi Rosanna Virgili don Claudio Doglio Lidia Maggi Luciano Manicardi Edizioni Qiqajon, Casa editrice del Monastero di Bose Le altre fraternità del Monastero di Bose

sabato 17 ottobre 2015

Brunetto Salvarani "Un Concilio per gli ortodossi?"


"Un Concilio per gli ortodossi?"
Brunetto Salvarani dialoga
con Riccardo Burigana, Adriano Roccucci,Traian Valdman



Nell’Europa orientale frazionata e travagliata del dopo-1989, che funzione hanno le chiese, in particolare quella largamente prevalente, la chiesa ortodossa? Tradizionalmente connotata da un saldo legame fra trono e altare, nel 2014 essa ha avviato l’iter verso un evento lungamente atteso, il Sinodo (o Concilio) Panortodosso, che dovrebbe tenersi a Istanbul in coincidenza con la Pasqua del 2016. Di cosa si discuterà nell’occasione? Il Sinodo discuterà delle future relazioni ecumeniche? Quali gli schieramenti in campo, e quali i problemi aperti più delicati? Qualche commentatore si è spinto a ipotizzare che il Sinodo potrebbe rappresentare un fondamentale contributo alla pace mondiale, così come fu – almeno parzialmente – per il Vaticano II, celebrato nel cuore della guerra fredda (1962-1965). Ne rifletteremo con Riccardo Burigana, direttore del Centro per l’Ecumenismo in Italia e insegnante di Storia ecumenica della Chiesa all’Istituto di Studi Ecumenici di Venezia, Adriano Roccucci, docente di Storia contemporanea all’Università di Roma Tre, e Traian Valdman, Arciprete della Chiesa ortodossa romena di Milano e Decano del Decanato Lombardia I.