Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito   Enzo Bianchi Luciano Manicardi Le altre fraternità del Monastero di Bose don Claudio Doglio Rosanna Virgili Lidia Maggi Brunetto Salvarani

sabato 5 luglio 2014

Doglio: Conosciamo la Bibbia (Il vangelo di Matteo)


  1. Cominciamo dalla fine (Mt 28): la predicazione apostolica parte dall’incontro con il Cristo risorto; i Vangeli sono il deposito scritto della predicazione; analisi e commento dell’ultimo episodio; il Vangelo termina aperto
  2. La struttura del vangelo: chi è Matteo; autore probabile del «Vangelo dei Dodici»; trasmissione ed evoluzione ad Antiochia; stesura finale verso l’80; indizi testuali e i 5 discorsi; 7 parti in tutto = completezza.
  3. L’Emmanuele: il senso del Vangelo dell’infanzia; genealogia di Gesù e suo valore teologico; episodio di Giuseppe; situazione storica; valore teologico del messaggio come realizzazione delle attese profetiche: Gesù è Dio con noi
  4. L’episodio dei Magi: testo noto, ma poco compreso; dalla lettura realista ad una comprensione simbolica; la stella di Davide e Balaam; contrasto lontani / vicini; doni simbolici; anticipazione di ciò che avverrà alla comunità cristiana
  5. Le beatitudini: carrellata di raccordo fra il cap. 2 e il cap. 5. Battesimo, tentazioni, discorso della montagna; Gesù non come Mosè, ma come Dio; il vangelo della felicità, il contenuto della bella notizia; non «dovete», ma «potete»: beati voi!
  6. Il Padre nostro: il cuore del discorso della montagna; l’importanza e la novità di essere figli di Dio; siamo figli nel Figlio Sette invocazioni: - le prime tre: i desideri fondamentali verso Dio - al centro: il bisogno del pane - le ultime tre: il lato oscuro della nostra realtà, da cui il Signore ci salva e ci libera.
  7. Miracoli e vocazione (8-9) : l’alternanza fra racconti di miracoli e vocazioni; parallelo fra 8,14-15 (guarigione della suocera di Pietro) e 9,9 (vocazione di Matteo = il vero miracolo è la conversione di Matteo! Dopo il c.10 (discorso missionario) sezione narrativa, Gesù in alternativa alla religione giudaica: il suo giogo è leggero (11,25-30).
  8. Le parabole del Regno (13): 7 parabole, il mistero è rivelato: il seme e la crescita, la separazione necessaria ma escatologica, il tesoro da scegliere per una comunità in crisi; nuova sezione narrativa e rottura con Israele fino alla confessione di Cesarea. 
  9. Il discorso ecclesiale (18): confessione di Cesarea: «Tu sei il Cristo»; istituzione della pietra: «Tu sei Pietro». Primo annuncio della passione, obiezione di Pietro, condizioni per seguire Gesù, trasfigurazione; raccolta dei detti sulla Chiesa all’interno: attenzione ai piccoli, pecorella smarrita, correzione fraterna, perdono.
  10. Le parabole del rifiuto di Israele : viaggio a Gerusalemme, contestazione del tempio, le tre parabole contro le autorità: i vignaioli omicidi; i due figli; gli invitati al banchetto.
  11. Le parabole del Regno (13): 7 parabole, il mistero è rivelato: il seme e la crescita, la separazione necessaria ma escatologica, il tesoro da scegliere per una comunità in crisi; nuova sezione narrativa e rottura con Israele fino alla confessione di Cesarea. 
  12. Passione morte e risurrezione secondo Matteo : confronto fra i 4 racconti della passione; caratteristiche di Matteo; la figura di Giuda e il suo problema; l’intervento catechistico di Gesù; Pilato e la responsabilità dei Giudei; Eli Eli, salmo di fiducia, non di disperazione; la risurrezione come intervento di Dio che capovolge la situazione: la fine costituisce l’inizio!
Dodici puntate trasmesse da Teleradiopace di Chiavari